Il Gruppo Ferri di Castelvetro, con il marchio Cura Natura che alleva suini con carni ad alto contenuto di Omega 3, ha ottenuto la certificazione di rintracciabilità di filiera. L’attestato rilasciato da Certiquality garantisce il protocollo dell’intero ciclo di produzione della carne Omega 3, a partire dalla produzione dei mangimi studiati dal Gruppo Ferri, alle metodiche di allevamento di Cura Natura, per passare alle fasi successive di macellazione, trasformazione, confezionamento e vendita. Un circuito virtuoso che parte dalla carne fresca, ma potrà vedere coinvolti nella Filiera Omega 3, prima in Italia ad essere certificata, tutti i partner che vorranno condividerne il protocollo.

Il progetto Omega 3 si basa sullo studio dell’alimentazione suina nella storia, quando il maiale si nutriva di erbe e ghiande nelle selve e le sue carni erano per questo più dotate dei preziosi grassi insaturi. Quegli stessi valori nutrizionali oggi ritornano nelle carni dei suini Cura Natura, grazie ad una formula alimentare a base di erbe e semi oleosi che richiama gli antichi nutrimenti vegetali del maiale in natura.

La recente certificazione si aggiunge a quelle già ottenute riguardanti la “ricetta mangimistica con contenuto garantito di Omega 3” e l’allevamento di “suini con carni ad alto contenuto di acidi grassi polinsaturi Omega 3”. Si completa così un percorso che ha impegnato il Gruppo Ferri in questi anni a studiare il rapporto causa/effetto nelle diete somministrate ai suoi suini per ottenere e portare sul mercato una carne “nuova” dal sapore antico con contenuti nutrizionali costanti, garantiti e tracciabili.

Obiettivo della certificazione è infatti garantire i valori di Omega 3 nella carne suina in tutti i suoi passaggi fino alla tavola, con la possibilità anche per il consumatore di rintracciare sempre le informazioni fin dall’origine. Se è vero che il futuro delle carni suine non può prescindere da una logica di filiera, l’ Omega 3 è la filiera del futuro. Un futuro che ha radici millenarie.