Il benessere animale

Ci sono molti modi per tradurre “benessere animale”.
Per noi significa IL MAIALE E’ AL CENTRO.
Il centro di un sistema complesso costruito negli anni che va dalla progettazione degli spazi e dell’ambiente, alla cura dell’alimentazione rigorosamente No Ogm, allo studio dei comportamenti, alla riduzione degli stress psico – fisici. E’ un vero e proprio “stile di allevamento” firmato Cura Natura.
Perché benessere, sicurezza e salute animale e umana sono strettamente collegati fra di loro.
Qualità della vita significa qualità della carne e garantire una buona vita agli animali è il nostro primo impegno.

“Animal welfare, everyone is responsible” CAMPAGNA UE PER IL BENESSERE ANIMALE

Il Sistema Cura Natura

Come vivono

freccia2

 

L’ obiettivo è ridurre lo stress e i conflitti di branco attraverso spazi adeguati, lo stimolo alla vita sociale di gruppo e un rapporto di empatia con gli operatori. Sono i principi dell’ ETOTERAPIA, che parte dallo studio del comportamento di ciascun animale e applicano migliori soluzioni per il suo benessere in ogni fase dell’allevamento secondo un preciso protocollo “a freccia”.

Dove vivono

Le nostre strutture sono collocate nella Pianura Padana, nei territori fertili di Emilia e Lombardia, realizzate nel rispetto dell’ambiente e degli animali. Costruite in biosicurezza, non invasive nell’impatto con il territorio, non sono mai sovradimensionate numericamente e offrono ai suini la possibilità di contatto con l’esterno, in un ambiente sicuro, con pavimento pieno, protetto dall’escursione termica e dall’intrusione di animali. Nel primo 40% della loro vita hanno accesso libero al cibo in qualsiasi momento, per il tempo successivo vengono alimentati con porzioni  definite e regolamentate.

CIMG0348

Occorre garantire alla scrofa la massima tranquillità perché possa affrontare il parto in serenità.

Per le primipare è necessaria una maggiore attenzione.

L’utilizzo delle lampade e della carta in sala parto permette il rapido raggiungimento del benessere termico per i nuovi nati.

DI2_1908rNo stress è la parola d’ordine.

La presenza attiva e assidua del “tutore” accompagna i piccoli nel distacco dalla madre, di cui portano con sè l’odore cibandosi degli stessi alimenti e circondandosi della carta su cui si sono adagiati durante l’allattamento.

L’operatore stimola l’assunzione frequente degli alimenti ai suinetti abituati a 20/21 poppate al giorno, li invita al movimento, controlla e interviene prontamente sullo stato di salute, li abitua a non avere paura dell’uomo e con l’utilizzo di giochi e oggetti distrattivi governa le dinamiche di gruppo.

IMG_1164Fondamentale è il rapporto fra operatore e animale anche in questa fase in cui il gioco la fa da padrone, seguendo la predisposione naturale del suino che in questo momento della vita è particolarmente brioso e ludico. Se l’animale non presenta queste caratteristiche, il personale si attiva immediatamente.

Il magronaggio avviene in branchi da 40 capi, con utilizzo di oggetti, giochi, alternanza di fieno e paglia che stimolano la sua naturale curiosità, riducono i conflitti per la supremazia e ne migliorano la performance.

Raggiunti i 120/170 chili, i suini sono naturalmente portati all’ozio e viene loro garantito il più assoluto relax in tutta tranquillità. E’ una fase che dura 50 giorni in box da 25/30 soggetti. La pigrizia dell’animale è un vero e proprio segno di benessere che viene costantemente controllato. Dopo il pasto per esempio il maiale in salute e ben nutrito si sdraia, se ciò non avviene occorre intervenire sulla quantità di alimenti somministrata.

DI2_2232r DI2_2247r

Cosa mangiano

Il Gruppo Ferri produce gli alimenti di cui si nutrono i suini di Cura Natura. La ricetta del benessere animale è fatta di cereali principalmente del territorio, in un mix equilibrato a base di mais nazionale, orzo, crusca e soia.

Gli alimenti vengono somministrati sempre freschi, con integrazioni vitaminiche naturali, tannini derivanti da estratti di castagno, oli essenziali, e immunostimolanti che rafforzano naturalmente le difese immunitarie.

“Il suino sa di ciò che ha mangiato”

Cura Natura Pura

cas-ELAB4rÈ il metodo che tratta l’acqua utilizzata nell’allevamento attraverso un esclusivo sistema a valvole CNW7 che ne attivano le molecole, con vantaggi su salute e pulizia di animali e ambiente.

L’acqua “attivata” usata per l’abbeveraggio stimola l’equilibrio fisiologico dei liquidi nell’organismo, inibisce la formazione dei radicali liberi, attiva gli enzimi, agisce sulle scorie metaboliche abbassando sensibilmente odori e azoto totale, riducendo la presenza di mosche e moscerini.

Usata negli ambienti agisce come efficace antibatterico e rafforza l’azione dei disinfettanti.

Potenzia l’effetto disinfettante dei prodotti usati per la disinfezione e la pulizia degli animali, soprattutto per le scrofe nella fase del parto.

Con chi vivono

IMG_8584BC’è sempre qualcosa da imparare sugli animali, sulla loro vita e sulle loro emozioni, se vogliamo il meglio per loro e da loro. Per questo per Cura Natura è fondamentale la formazione continua dei propri operatori, con la presenza di consulenti internazionali direttamente nelle sedi di allevamento e con l’ aggiornamento costante su metodologie e procedure. La formazione riguarda gli operatori di ciascun settore di competenza del benessere animale: fecondazione e gestazione, sala parto, svezzamento e accrescimento, accasamento e ingrasso, vaccinazione, manutenzione. Da tempo è inoltre attiva la collaborazione con la scuola e il team di veterinari del SUIVET di Reggio Emilia.