L’ ultima indagine di Eurobarometro ha valutato la percezione e l’importanza che i cittadini europei attribuiscono al benessere degli animali allevati. I risultati diffusi a marzo 2016 mostrano come il concetto di benessere animale sia ormai entrato nella coltura dei consumatori e sia considerato un elemento concreto da tenere in considerazione per effettuare le loro scelte di carne e di prodotti a base di carne. Lo studio dimostra, infatti, che i cittadini attribuiscono una grande importanza al benessere degli animali. Essi vogliono ricevere maggiori informazioni sulle condizioni in cui vengono trattati gli animali da allevamento.

I cittadini dell’Ue ritengono che sia importante stabilire standard di benessere internazionali e l’Ue dovrebbe promuovere una maggiore consapevolezza del benessere degli animali a livello mondiale. Essi dichiarano anche di essere pronti a pagare di più i prodotti ottenuti rispettando il benessere degli animali, ma pensano che la loro disponibilità sul mercato sia ancora limitata.

Ancora una volta l’etichetta dei prodotti animali svolge un ruolo fondamentale in quanto oltre la metà dei consumatori intervistati ricerca le informazioni sul benessere degli animali proprio tra le varie informazioni contenute in un’etichetta. Infatti l’80% dei cittadini intervistati vorrebbe maggiori informazioni sui metodi di allevamento e il 43% sarebbe disposto a pagare di più per prodotti più rispettosi del benessere animale.

Rispetto all’ultima indagine sullo stesso argomento, che risale a nove anni addietro, è aumentata del 9% la percentuale dei cittadini intervistati per arrivare al 47% che ritiene che non ci sia, nei supermercati, una scelta sufficiente di prodotti che dia informazioni sul benessere degli animali in allevamento da cui provengono i prodotti stessi.

tabella

di Giuseppe Fugaro – Rivista di Suinicoltura – n. 5 maggio 2016